Prevenzione di contaminazioni biologiche e chimiche in ospedali e comunità, II Ed.

Copertina

Index

Capitolo Primo

PREVENZIONE DI INFEZIONI E DI INFESTAZIONI

Gastroenteriti virali (Viotti P.L., Marchetti G., Pansera A., Raitano A., Vitali M.)

  1. Premesse         
  2. Le gastroenteriti virali         
  3. Rotavirus ed Enterovirus         
  4. La prevenzione         
  5. Pulizia e disinfezione ambientale         
  6. Conclusioni         

Infezioni neonatali (Agolini G., Tansini C., De Vonderweid U.)

  1. Premesse
  2. Problemi generali
  3. Microrganismi implicati nelle infezioni nosocomiali di interesse neonatologico
  4. Conclusioni         

SARS: infezione globale  (Agolini G., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M., Zorzut E)

  1. Premesse         
  2. L'agente patogeno (o gli agenti patogeni)         
  3. La sintomatologia e le possibili vie di diffusione della malattia         
  4. La diagnostica         
  5. La terapia         
  6. La prevenzione
  7. Conclusioni         

Malattie virali emergenti e riemergenti:antisepsi e disinfezione mirate per prevenirne la diffusione (Vitali M., Clementi M., Raitano A., Sancin A., Viotti P.L., Agolini G.)

  1. Introduzione         
  2. Discussione         
  3. Conclusioni         

Quale antisettico in soluzione detergente nel lavaggio delle mani? (Agolini G., De Marini S., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Discussione
  2. Conclusioni


La resistenza agli antibiotici nella profilassi e nella terapia delle infezioni batteriche in chirurgia oftalmica   (Agolini Giorgio, Agolini Giuliano, Clementi M., Raitano A., Vitali M.)

  1. Le infezioni dell'occhio
  2. Prevenzione e terapia
  3. Aspetti tecnici particolari
  4. Conclusioni

Infezioni da botulino  (Agolini G., Raitano A., Vitali M., Zorzut E)

  1. Premesse
  2. Problemi di prevenzione
  3. Conclusioni


La scabbia, una parassitosi emergente  (Sancin A.M., Ensabella E, Pacilli L., Piraccini B.M., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M., Agolini G.)

  1. Cenni storici         
  2. Introduzione         
  3. Obiettivi         
  4. Strategia utilizzata per la ricerca         
  5. Entomologia medica         
  6. Epidemiologia e trasmissione         
  7. Diagnosi         
  8. Trattamento         
  9. Cause principali di insuccesso         
  10. Farmaci scabbicidi         
  11. Scabbia norvegese (ipercheratosica) e trattamento con ivermectina         
  12. Persistenza del prurito         
  13. II controllo nelle comunità         
  14. Conclusioni         

Capitolo Secondo

ANTISEPSI E DISINFEZIONE OSPEDALIERE E DI COMUNITÀ       

Antisepsi e disinfezione: da Semmelweiss e Lister ai metodi odierni di controllo delle contaminazioni batteriche e virali (Agolini G., Biondi M., Ensabella F., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Introduzione         
  2. Attualità         
  3. Conclusioni      

Vantaggi di pulizia e disinfezione contemporanee delle superfici "non critiche" ospedaliere (Agolini G., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Premesse         
  2. Discussione         
  3. Conclusioni         


Scarsa utilità in ospedale della rotazione di biocidi efficaci (Agolini G., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Premesse         
  2. Discussione         


Attualità nella decontaminazione di strumenti chirurgici per la prevenzione delle infezioni occupazionali da HIV, HBV ed HCV (Agolini G., Clementi M., Lipartiti T., Pansera A., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Premesse         
  2. Scelta dei disinfettanti per la decontaminazione manuale         
  3. Conclusioni         

Antisepsi e disinfezione nella prevenzione e nel controllo delle contaminazioni microbiche (Agolini G., Biondi M., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Pulizia e disinfezione clinica negli ospedali         
  2. Lavaggio delle mani nei reparti ospedalieri         
  3. I disinfettanti in uso oggi
  4. Le infezioni da virus  
  5. I disinfettanti per il controllo della contaminazione virale         


Condizioni igienico-ambientali e riflessi clinici nelle strutture sanitarie e comunitarie (Raitano A., Vitali M.)

  1. Introduzione         
  2. L'igiene         
  3. Prevenzione
  4. Globalizzazione         
  5. L'ambiente come rischio         
  6. Pulizia e disinfezione         
  7. Scelte per la disinfezione ambientale         
  8. Conclusioni        

La disinfezione ambientale per un miglior controllo delle infezioni da coronavirus, norovirus e rotavirus (Agolini G., Ensabella E, Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

Capitolo Terzo

BIOCIDI DI SCELTA

Cloroderivati, sempre di attualità (Zoppei G., Albani R., Mazzuconi R., Coates D., Agolini G., Raitano A., Curti C., Cattaneo M.G.)

Infezioni da virus enterici e respiratori e polifenoli,detergenti (Agolini G., Clementi M., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Notizie storiche sui polifenoli
  2. Attività biocida dei polifenoli-detergenti
  3. Attività di ricerca
  4. Prevenzione di alcune malattie da virus intermedi e nudi
  5. Conclusioni


Associazioni di alcoli con alogeni o molecole alogenate: confronti e nuove acquisizioni nell'antisepsi su cute integra (Viotti P.L., Agolini G., Clementi M., Raitano A., Russo A., Vitali M.)

  1. Premessa
  2. Materiali e metodi
  3. Risultati
  4. Discussione


L'ozono nella disinfezione dell'acqua e dell'aria (Agolini G., Elice I., Gemiti E, Melissari G., Raitano A.)

  1. Scoperta dell'ozono e sue utilizzazioni
  2. Caratteristiche chimiche e fisiche
  3. Proprietà battericide, virucide, protozoicide dell'ozono
  4. Problemi di tossicologia dell'ozono
  5. Ozonizzatori per il trattamento delle acque
  6. Impiego dell'ozono nella disinfezione dell'acqua
  7. Impiego dell'ozono nella deodorazione e nella disinfezione dell'aria
  8. Precauzioni per il personale

Ozono: applicazioni classiche e non classiche (Agolini G., Licciardello M., Melissari G., Pansera A., Raitano A., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Premesse         
  2. Impieghi classici dell'ozono         
  3. Impieghi non classici dell'ozono         
  4. Conclusioni         

 

L'ozono, amico prezioso per l'uomo (Agolini G., Licciardello M., Raitano A., Vitali M.)

  1. Introduzione         
  2. Cosa è cambiato in questo ultimo decennio?         

 

Prevenzione dei rischi per le comunità da acqua "potabile" contaminata mediante l'impiego di biocidi e di trattamenti alternativi (Agolini G., Licciardello M., Melissari G., Raitano A., Sancin A.M., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Premesse         
  2. Utilizzazione dei biocidi e dei trattamenti alternativi nella potabilizzazione idrica e nella prevenzione dei rischi per le comunità da acqua "potabile" contaminata
  3. Conclusioni         

Metodi di disinfezione dell'acqua ospedaliera, fredda e calda, per prevenire le infezioni da Legionella (Agolini G., Raitano A., Vitali M.)

  1. Introduzione         
  2. L'acqua ospedaliera, una "riserva di patogeni"         
  3. L'acqua "potabile" negli ospedali         
  4. I cloroderivati nella disinfezione "primaria" e "secondaria" dell'acqua         
  5. L'ozono nella disinfezione "primaria" dell'acqua         
  6. La disinfezione ospedaliera dell'acqua mediante il surriscaldamento         
  7. Gli ioni argento associati a rame o ad altri disinfettanti         
  8. Le disinfezioni mediante cloroderivati dell'acqua fredda "potabile" e dell'acqua calda usate in ospedale
  9. La filtrazione per l'ottenimento di acqua potabile e per eliminare la Legionella nell'acqua fredda e calda ospedaliera
  10. I raggi ultravioletti nella disinfezione dell'acqua in ospedale         
  11. L'ozono nella disinfezione dell'acqua potabile e dell'acqua calda in ospedale         
  12. Conclusioni         

La disinfezione nella prevenzione delle malattie infettive e delle crisi alimentari in medicina veterinaria (Agolini G., Manfreda G., Raitano A., Ricciardi M., Sancin A.M., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Premessa         
  2. Introduzione         
  3. Indicazioni epidemiologiche e misure preventive di biosicurezza         
  4. I biocidi nella medicina veterinaria         
  5. Malattie infettive importanti in medicina veterinaria         
  6. Disinfettanti e singoli agenti patogeni         
  7. Problemi settoriali
  8. Conclusioni         

Capitolo Quarto

TECNOLOGIE APPLICATE ALL'IGIENE
RISCHI DA SOSTANZE CHIMICHE

Il vuoto ed altre tecnologie applicati nell'industria alimentare e negli ospedali (Agolini G., Brumen G., Raitano A., Sandonà G., Toppan G., Viotti P.L., Vitali M.)

  1. Premesse         
  2. Applicazioni tecnologiche del vuoto, delle atmosfere protettive, delle basse ed alte temperature, delle basse ed alte pressioni nell'industria alimentare, negli ospedali e nell'industria farmaceutica       
  3. Conclusioni         


Rischi da solventi organici (Mazzotta D., Vanni N., Perazzi B., Molinaro F., Benini A., Viotti P.L.)

  1. Introduzione         
  2. Effetti esercitati dai solventi organici sull'uomo         
  3. Valutazione di possibili alternative all'impiego di solventi organici in ambito ospedaliero
  4. Discussione         
  5. Conclusioni         

Contaminazioni ambientali da ciclofosfamide (Viotti P.L., Gelio S, Giuliari C., Soave C.)

  1. Premessa         
  2. Materiali e metodi         
  3. Risultati         
  4. Discussione

Presenza di alchilfenoli nell'ambiente: un possibile rischio per la salute umana? (Ensabella E, Materazzo E, Severi T., Vitali M.)

  1. Premessa         
  2. Livelli ambientali di alchilfenoli         
  3. Ecotossicologia         
  4. Livelli di esposizione umana         
  5. Evidenze sulla modulazione endocrina degli alchilfenoli         
  6. Situazione normativa         
  7. Effetti sulla salute umana         
  8. Discussione         
  9. Indice analitico ragionato